Ulteriori informazioni

 

Saraceno onlie

  

Contatto-Indirizzo mail

  

Città di Ravanusa

 

Ulteriori informazioni

 

 

 

Visita il sito web

 
 

Ulteriori informazioni

 

 

 

LA RAGAZZA CHE OGNI MATTINA SI SVEGLIA SENZA RICORDI DEL GIORNO PRIMA
Fonte: fanpage.it - 21/05/2019
di Susanna Picone
Una ragazza che si chiama Caitlin, 6 anni, nell’ottobre del 2017 ha avuto un incidente e da quel giorno la sua vita è decisamente cambiata. Ogni mattina si sveglia e non ricorda quello che ha fatto il giorno prima. La sua memoria è ferma al 12 ottobre di due anni fa, quando la giovane ha subito un trauma cranico scontrandosi con un compagno di squadra mentre si allenava nella corsa campestre. Inizialmente non sembrava nulla di grave, ma invece quel colpo ha “fermato” la sua memoria. Dopo quell’incidente Caitlin venne portata all’ospedale, dove i medici parlarono di commozione cerebrale, spiegando che la sua memoria sarebbe tornata alla normalità nel giro di tre settimane. Purtroppo però le cose sono andate diversamente e i medici a quel punto le hanno diagnosticato un’amnesia anterograda. Chi soffre di amnesia anterograda in genere ricorda tutto quello che è successo prima dell’evento traumatico, mantiene una memoria a lungo termine ma non è capace di formare nuovi ricordi. In pratica la ragazza non ricorda nuove nozioni se non per poche ore e la notte tutti i ricordi del giorno vengono di fatto cancellati.

Secondo i medici Caitlin avrebbe subito danni all’ippocampo, che immagazzina i ricordi, e anche al talamo e quindi al circuito di formazione della memoria. In base a quanto è esteso il danno cerebrale è possibile capire se il problema è definitivo o solo temporaneo. Non esiste una cura, anche se gli esperti raccomandano una serie di strategie per cercare di tenere in vita la memoria scrivendo per esempio diari, appunti ed è fondamentale il supporto della famiglia. Quando la mattina Caitlin si sveglia crede sempre che sia il giorno dopo il suo incidente, quindi il 13 ottobre 2017. E quindi ogni mattina i suoi familiari le ricordano come stanno le cose: le indicano il giorno della settimana, quali lezioni sta frequentando a scuola e inoltre la sua casa è tappezzata di post-it che l’aiutano a ricordare ciò che le piace e quello che può fare. “Non indossare la maglia di sua sorella altrimenti si arrabbia”, si legge su un foglietto, “Mangia questo che ti piace”, e così via.  
Leggi articolo originale dalla fonte

 
Commenta/condividi questo articolo sulle nostre pagine fecebook:  

Saraceno online

  

Città di Ravanusa

????????...
 

 

   

 
 
 

© StudioGF Tutti i diritti sono riservati - Richiesta di rettifica - Cosa facciamoContatti